Luna di Febbraio

Luna di Febbraio
nota anche come Luna Immacolata, Luna di Ghiaccio, Luna del Temporale, Luna Selvatica o Selvaggia, Luna della Fame, Luna Stimolante, Solmonath (Sole Luna), la Grande Luna d’Inverno, Luna Tempestosa, Luna delle Corna, Luna Purificata, Luna Rinascente.

Fonte testo: http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_Luna_Feb06.htm

Fonte immagine: http://www.segnalidivita.com/calendario/calendario-lunare-2015.htm

IMG_5601.JPG

Advertisements

Scuola delle Doule 2015 – Mestre, Chirignago (VE)

Scuola delle Doule Mestre 2015

Puoi iscriverti alla scuola delle Doule di Mestre, oramai alla sua quarta edizione. Il corso si svolge in 9 week end per un totale di 144 ore. La scuola avrà inizio il 7 e 8 marzo 2015 a Chirignago in via Jacopo da Lio 1, presso l’Associazione Le lune allegre. Le iscrizioni si concluderanno il 26 febbraio.
La doula è una figura professionale che si occupa del sostegno emotivo e del benessere della donna e della famiglia, dalla gravidanza fino al primo anno di vita del bambino. La scuola delle Doule è la prima scuola italiana nata per formare le persone interessate a questa nuova figura professionale. I corsi della scuola delle Doule sono certificati Cermet.

Per info e programma:
info@mondo-doula.it
http://www.mondo-doula.it

Date del Corso:
7-8 marzo
11-12 aprile
23-24 maggio
13-14 giugno
4-5 luglio
26-27 settembre
17-18 ottobre
21-22 novembre
19-20 dicembre

Orari:

Sabato
9.30-13.30
14.30-18.00

Domenica
9.30-13.30
14.30-17.00

Il luogo dove si svolgerà il corso è:

Associazione “Le lune allegre”
via Iacopo da Lio 1/a
Chirignago – Mestre

Data di scadenza iscrizioni
26 FEBBRAIO 2015

Per info e iscrizioni:

Sara Cavallaro
terramessicana@gmail.com
Cell 339 1798931

IMG_6038.PNG

Seminario “Accanto alla madre” – 25 al 28 giugno 2015 / a Casalalodola Savigno (BO)

Ricevo e diffondo

carissim@
rifaccio circolare questa mail, a fine gennaio deciderò se confermarlo o meno, dipende dal numero di iscritt@. quindi se vi interessava, non indugiate oltre! e non indugiate neppure a farlo sapere a chi credete possa essere interessato…
con gratitudine
clara

Carissim@

sono aperte le iscrizioni per la prima edizione del seminario “Accanto alla madre”, per doule ma non solo, con Liliana Lammers ma non solo
dal 25 al 28 giugno 2015 a Casalalodola, vicino a Bologna.
Segue volantino con dettagli, leggete attentamente perchè c’è praticamente tutto quanto necessario sapere.
Vi ringrazio per l’attenzione, la fiducia, l’impegno e vi chiedo la gentilezza di aiutar ea diffondere, se lo ritenete opportuno.
Che ognuno voglia essere la doula di cui il mondo ha urgente bisogno, e se è un medico ginecologo tanto meglio!
Un caro saluto
clara

ACCANTO ALLA MADRE
LE BASI PER ESSERE LA DOULA DI CUI IL MONDO HA URGENTE BISOGNO

con
Liliana Lammers, doula con esperienza quindicennale a Londra;
Clara Scropetta, custode della nascita e attivista in Italia e all’estero con decennale e variegata esperienza;
Annalisa Cesaro, formazione in Lavoro Emotivo e Corporeo (www.willi-maurer.ch/PAGINE/u_lavoro.html).

da giovedì 25 giugno a cena (arrivo entro le 18) a domenica 28 giugno pomeriggio (alle 16)

nei pressi di Bologna, presso Casa LaLodola http://www.casalalodola.it , meravigliosamente situata nel verde appennino toscoemiliano.

Il seminario è senz’altro rivolto alle doule, in divenire o con esperienza, ma è adatto a chiunque si interessi al tema della protezione del primo periodo della vita, dai professionisti della nascita e della salute (medici specialisti e non, ostetriche, operatori, terapeuti), alle donne e alle coppie prima o dopo il parto e ai semplici curiosi.
Il taglio divulgativo ed esperenziale puo’ risultare di grande ispirazione e incoraggiamento per tutti, ognuno nel suo ambito specifico. E’ senza dubbio un tassello importante nel percorso di una doula, che trova qui gran parte delle informazioni utili alla sua attività, grazie alla condivisione di esperienza e conoscenza di Liliana e Clara, e strumenti di esplorazione utili per attingere al meglio alle proprie risorse e, in generale, per migliorare la qualità delle relazioni cominciando da quella con se stessi, grazie all’animazione di momenti esperenziali con Annalisa e Clara.

La ciliegina sulla torta è la presenza di Barbara Turchi che offrirà ogni giorno un’ora di assaggio di danza creativa, come da lei sviluppata grazie alla formazione con Maria Fux, per aiutarci a ritrovare la gioia di essere nel nostro corpo.

Il programma comprende sessioni di domande/risposte, esposizione di casi e aneddoti significativi della pratica professionale, cerchi di condivisione, lavoro di autoesplorazione in gruppo, condito da momenti di risveglio e connessione con musica, danze, film, etc.

La formula è quella collaudata residenziale conviviale, tutto compreso a parte il viaggio, con cucina vegetariana di ottima qualità (creano Brian e Sachie dell’agriturismo Al bon vento, a Fossalon di Grado, provincia di Gorizia http://www.agriturismoalbonvento.it).

La quota è pari a 400 euro per partecipante e include tutto a parte il viaggio e il noleggio lenzuola/asciugamani, qualora richiesto. Bambini e intere famiglie sono benvenuti, così come altri accompagnatori, com’è nostra tradizione. Per via della capienza della struttura tuttavia, verranno accolte le iscrizioni di famiglie intere fino a esaurimento posti. I bambini sono a carico di tutti, mentre gli accompagnatori adulti contribuiscono alle spese di vitto e alloggio con 150 euro. L’insieme delle quote copre tutto, dall’affitto della struttura agli onorari per gli animatori e i cuochi, compresa la gratuità per tutti i bambini e lo staff che si occupa di accoglienza, aiuto in cucina, pulizia e contorno artistico/musicale.

Verrà consegnato un attestato di partecipazione.

La sistemazione è semplice, in camerate con letto a castello e bagni condivisi. Ampio spazio per campeggiare con tenda o camper propri.
Consigliati abiti comodi e cuscino o materassino per sedere a terra.

Sarà possibile acquistare in loco una selezione di libri raccomandati.

Posti limitati, se volete esserci non indugiate!
Per iscriversi, contattatemi clara_scropetta@hotmail.com

IBFAN Italia – Infant Baby Food Action Network

http://www.ibfanitalia.org/

IBFAN Italia – Infant Baby Food Action Network
Chi siamo

Composta da tutti i gruppi ed i singoli sostenitori dell’International Baby Food Action Network nel nostro paese, IBFAN Italia è un’associazione senza fini di lucro, indipendente da ogni movimento politico e confessionale, impegnata ad agire nel rispetto del vigente ordinamento giuridico e dei valori sanciti dalla Costituzione Italiana, attraverso l’utilizzo di metodi non violenti.

L’associazione si propone di far avvenire miglioramenti duraturi nelle pratiche alimentari di neonati e bambini, è pertanto attiva nel:

favorire l’eliminazione in Italia e nel resto del mondo delle pratiche scorrette di commercializzazione di tutti gli alimenti sostitutivi del latte materno (latti e altri alimenti per lattanti e bambini piccoli) e degli accessori atti alla loro somministrazione (biberon e tettarelle) da parte delle aziende che li producono o distribuiscono, mediante la piena attuazione di quanto sancito (come requisito minimo universale) dal Codice Internazionale OMS/UNICEF sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno e dalle successive pertinenti Risoluzioni dell’Assemblea Mondiale della Sanità;
promuovere le condizioni che possano favorire la corretta alimentazione di neonati e bambini, a partire dalla promozione dell’allattamento al seno, dato che il latte materno costituisce l’alimento migliore e più naturale, da solo nei primi sei mesi di vita, ed insieme ad alimenti complementari nei primi due anni o oltre (secondo le Risoluzioni dell’Assemblea Mondiale della Sanità).
Per realizzare i propri obiettivi, IBFAN Italia collabora con le organizzazioni che promuovono, sostengono e proteggono l’allattamento materno e il diritto alla salute di tutti i bambini; è affiliata al Movimento Italiano per l’Allattamento Materno (coordinatore nazionale della World Alliance for Breastfeeding Action – WABA), partecipa alle attività della Rete Italiana degli Ospedali Amici dei Bambini (BFHI), del coordinamento PIDIDA e del Gruppo di Lavoro per la Convenzione sui Diritti dei Bambini (CRC).

IBFAN Italia ritiene fondamentale accompagnare una corretta promozione dell’allattamento materno con un attento lavoro di sostegno alle madri ed agli operatori (per mezzo di una legislazione nazionale coerente con il Codice Internazionale OMS/UNICEF) ed una rigida protezione dalle ingerenze delle imprese (attuata attraverso il monitoraggio del Codice Internazionale OMS/UNICEF e le campagne di pressione e boicottaggio su e di alcune imprese).

Promozione, sostegno e protezione. Diverse le applicazioni ma unica la strategia: la difesa del diritto alla salute dei neonati e delle madri.

IBFAN, DA 36 ANNI IN TUTTO IL MONDO

IMG_6036.JPG

Spremitura Manuale del Seno e importanza dei Corsi per gli operatori per promuovere l’allattamento al seno

Spremitura Manuale del Seno

Quando serve la spremitura del latte:
• In caso di ingorgo o di dotto ostruito
• Nella fase in cui un bambino deve ancora imparare a succhiare da un seno con capezzolo
rientrante
• Se il bambino ha difficoltà nel coordinare suzione e deglutizione
• Per alimentare un bambino che rifiuta il seno, finché non lo accetterà nuovamente
• Per i bambini di basso peso che non vanno al seno
• Per i bambini ammalati, che non succhiano a sufficienza
• Per mantenere la produzione di latte se la mamma sta male
• Per lasciare a casa del latte, quando la madre deve uscire da casa
• Per evitare che il latte goccioli (fa sentire la donna in disordine)
• Per spremere il latte dentro la bocca del bambino
Nella fase di preparazione per spremere il latte, consigliare la madre di:
• Lavarsi le mani con acqua e sapone
• Massaggiarsi leggermente il seno verso il capezzolo e/o applicare un panno caldo e umido
pochi minuti prima di spremere per aiutare il flusso del latte. Può continuare a massaggiare i seni durante la spremitura del latte per stimolare il riflesso di espulsione del latte.

Consigliare la madre di:
1. Inclinarsi in avanti e sostenere il seno con la mano.
2. Mettere il pollice sull’areola sopra il capezzolo e l’indice sull’areola sotto il capezzolo.
3. Premere il pollice e l’indice verso l’interno in direzione della parete toracica per un breve tratto (solitamente 1-2 cm.).
4. Spremere fermamente sulle cisterne del latte sotto l’areola tra le dita ed il pollice.
5. Premere e rilasciare il pollice e l’indice diverse volte, finché il latte non comincia a sgocciolare (possono occorrere alcuni minuti). Il latte può sgocciolare all’inizio per
cominciare a spruzzare dopo che il riflesso d’eiezione si é avviato.
6. Ruotare il pollice e l’indice intorno all’areola in modo che il latte sia rimosso da tutte le
cisterne del latte.
Nota 1: Assicurarsi che le madri non schiaccino il capezzolo e che non muovano semplicemente le loro dita lungo la pelle del seno. Il premere o il tirare il capezzolo non può far uscire il latte, mentre può danneggiare il capezzolo.
Nota 2: Le madri possono essere capaci di spremere il latte con un altro metodo che hanno trovato valido. Non insistere affinchè tutte le madri usino il metodo descritto sopra se hanno trovato un altro metodo che per loro funziona.
Prima di spremere manualmente il seno può rivelarsi assai utile l’esecuzione del massaggio ossitocinico, una tecnica per far meglio fluire il latte dal seno. La madre a torso nudo si siede, piegata in avanti, e richiude le braccia sulla tavola, appoggiandovi la testa. Una seconda persona massaggierà la schiena, ai lati della colonna vertebrale. I pugni vanno tenuti chiusi, con i pollici in fuori e avanti. Si prema con i pollici in maniera decisa, scendendo dal collo, in corrispondenza degli spazi intercostali.
Un altro metodo che si può rivelare utile é il metodo della “bottiglia calda”. Questo metodo è usato principalmente quando il seno è molto ingorgato e maneggiarlo sarebbe molto doloroso.
1. Pulire una bottiglia grande (volume non inferiore a 0.7 litri) con ampio collo (2-4 cm di
diametro).
2. Versare lentamente nella bottiglia acqua molto calda finché non sia quasi piena.
3. Dopo aver atteso fino a che il vetro non sia caldo, avvolgere la bottiglia in un panno e
versare l’acqua.
4. Raffreddare il collo della bottiglia (fuori e dentro) ed appoggiarlo attorno al capezzolo in
modo che crei un sigillo a tenuta d’aria contro il seno. Tenerlo lì pazientemente.
5. Mentre si raffredda, la bottiglia produce una leggera aspirazione che tira il seno dentro il
collo e spreme il latte. La spremitura può durare in questo modo una decina di minuti.
Pompette tiralatte:
• Le pompette tiralatte non sono sempre pratiche o disponibili, per cui le madri devono
innanzitutto imparare a spremersi il latte manualmente.
• Se le pompette tiralatte sono disponibili e se una madre ha bisogno di usarne una, bisogna
mostrarle come sono fatte e chiederle di seguire le istruzioni della casa produttrice.
• Assicurarsi che le madri siano capaci di sterilizzare la pompetta, se vogliono utilizzare quel
latte per darlo al bambino.

Fonte dei dati: http://www.epicentro.iss.it/argomenti/allattamento/friuli/LEZ14.pdf

http://www.epicentro.iss.it/argomenti/allattamento/allattamento.asp

Corsi per gli operatori per promuovere l’allattamento al seno

Appare evidente come per proteggere, promuovere e sostenere l’allattamento al seno sia necessaria una buona formazione, teorica e pratica, che purtroppo allo stato attuale non è fornita dalle scuole per medici ed operatori sanitari in generale.

L’Oms e l’Unicef si sono resi conto che nella maggior parte dei curriculum di studi dei medici, delle infermiere e delle ostetriche non è dato spazio né importanza allo sviluppo di competenze di counselling e sostegno all’allattamento al seno. Questa carenza fa sì che gli stessi operatori sanitari siano raramente in grado di promuovere questa pratica in modo appropriato, seguendo le madri sia nel periodo prenatale che nei primi due anni di vita del bambino, anni in cui l’allattamento non dovrebbe essere interrotto ma solo integrato, a partire dal sesto mese, con altri alimenti.

Per ovviare a questa mancanza, sono stati resi disponibili anche in italiano due corsi per operatori sanitari:
“Allattamento al Seno: Corso Pratico di Counselling”: è un corso curato dall’Organizzazione mondiale della sanità e dall’Unicef e tradotto dall’inglese a cura del Gruppo di lavoro sull’allattamento al seno (Glase) dell’Unità per la ricerca sui servizi sanitari e la salute internazionale, dell’Ircss Burlo Garofolo di Trieste
“Promozione e sostegno dell’allattamento al seno in un Ospedale amico dei bambini” (pdf 2,5 Mb): un corso pubblicato dall’Istituto per l’Infanzia di Trieste e dal Comitato italiano per l’Unicef, con il sostegno finanziario della Regione Autonoma Friuli Venezia-Giulia. Obiettivo principale del lavoro è quello di favorire la trasformazione degli ospedali con reparti di maternità in Ospedali Amici dei Bambini, mediante l’applicazione dei “10 passi per allattare al seno con successo”. Scarica dal sito dell’Unicef i materiali utili per gli operatori relativi alle iniziative “Ospedali e Comunità amiche dei bambini”.
È importante sottolineare che corsi di questo tipo devono essere organizzati e impartiti da formatori con vasta esperienza nel settore. I manuali qui pubblicati rappresentano quindi semplicemente i materiali di appoggio per i partecipanti al corso e non sostituiscono in alcun modo il corso stesso, escludendo qualsiasi possibilità di autoformazione in questo campo. Chi desiderasse partecipare a corsi di questo tipo può rivolgersi al Centro per la Salute del Bambino che può dare informazioni utili a seconda dei bisogni identificati dai potenziali fruitori.

Fonte: http://www.epicentro.iss.it/argomenti/allattamento/corsi.asp

Ultimo aggiornamento martedi 10 giugno 2014

Corso “Parto Attivo” – formazione Educatrice Perinatale presso MIPA / 13, 14 e 15 aprile 2015 a Montegrotto Terme (PD)

Parto Attivo

Mantenere un parto normale, con la donna protagonista ed al centro della sua esperienza

13, 14 e 15 aprile 2015 a Montegrotto Terme (PD) oppure
17, 18 e 19 aprile 2015 a Palermo oppure
21, 22 e 23 aprile 2015 a Rieti

Programma indicativo:

Formazione del gruppo
Accompagnare e sostenere il travaglio, parto
Mantenere la normalità.
Trovarsi al bivio, decisioni e ricadute sull’andamento del percorso
Il dolore ed il suo ruolo nella fisiologia
Il dolore delle donne e le strategie per accompagnarlo
Assistenza nelle posizioni erette
Assistenza nel travaglio e parto in acqua
L’assistenza ed alcuni imprevisti
Accompagnare il dopo nascita
Programma dettagliato:

1 gg.

Accoglienza, Presentazioni, aspettative
Il percorso nascita come evento bio-psico-sociale
Fisiologia gravidanza, parto e puerperio
Mantenere la normalità del percorso
Trovarsi in quei momenti particolari dove si fanno delle scelte, comportamenti conseguenti e ricadute
Continuità di assistenza
2 gg.

Dolore nel travaglio/parto: funzione, ruolo, percezione
Dolore e strategie naturali
Ruolo di chi accompagna
Assistenza pratica nelle varie fasi del travaglio/parto
Sostegno ed assistenza nelle posizioni erette
3 gg

Immersione in acqua durante il travaglio e parto
Prevenire alcuni imprevisti
Accogliere il bambino.
Il secondamento fisiologico.
Sostenere l’avvio dell’ allattamento
I luoghi del percorso nascita: casa, casa da parto, ospedale. Ruolo dell’ostetrica.

Parto Attivo

Docenti:

Susanne Houd: danese, Ostetrica dal 1967. Psicoterapeuta dal 1983. Con Master in Salute Pubblica della Nordic School Svedese dal 1996. Ha lavorato per l’OMS per 15 anni. Ha co-fondato la prima Scuola canadese per le Ostetriche. E’ stata direttrice della Scuola Nazionale Danese per la formazione delle Ostetriche. Ha lavorato in ospedali universitari di 3° livello, nelle case da parto, a domicilio. Ha lavorato in Paesi diversi: Danimarca, Nuova Zelanda, Canada, Nord del Canada, Eritrea e lavora ora in Groenlandia. Autrice di numerosi libri. Formatrice. Istruttore per le Emergenze Ostetriche. Madre di tre figli e nonna di tre nipotini.

Piera Maghella Educatrice Perinatale (formazione inglese 1980). Degree Universitario (UK) in Adult Education, con approccio centrato sul gruppo. IBCLC (Consulente Professionale per Allattamento). Specializzata in lavoro corporeo e visualizzazioni per percorso nascita. Ha collaborato 1985-90 con OMS (Organizzazione Mondiale Sanità). Fa formazione dal 1986. Autrice di alcuni libri sul percorso nascita. Madre di 4 figli.

Orari: 1° e 2° gg dalle 9 alle 18, 3° gg dalle 9 alle 17.30

Costo: €. 250,00 + 22% Iva (esente Iva se con mandato Ente Pubblico o ASL). Studenti 50% sconto sulla quota d’iscrizione (solo studenti del primo corso di laurea, munirsi del libretto universitario o altro certificato).

Sedi:

a Montegrotto Terme (Padova) il corso si terrà presso Hotel Marconi, Via Catajo 6. La convenzione MIPA, per chi necessita di pernottamento, prevede €.68,00 pensione completa in camera doppia al gg; €73,00 in camera singola al gg. Per informazioni e prenotazioni telefonare al MIPA Centro Studi 030 6896597; 335 357436 o scrivere al: info@mipaonline.com
a Palermo. Il corso è organizzato in collaborazione con l’Associazione Secondo Natura. Per informazione telefonare a Dora Sicilia 3484737955 oppure Rossella Russo 3288774271 o scrivere una mail a dora.sicilia@virgilio.it
a Rieti. Il corso è organizzato in collaborazione con l’Associazione ALMA MATER. Per informazioni telefonare ad Eleonora tel 3484782898
Lingua: inglese con traduzione differita in italiano.

Fonte: http://www.mipaonline.com/corsi-formazione/parto-attivo/

Chi sono? Cosa faccio?

Chi sono? Cosa faccio?

Sono Licia Valso Masin, fotografa diplomata all’ISFAV di Padova nel 1998; mi interesso di lingue e culture straniere, dell’arte e del movimento in generale.
Sono mamma, moglie e figlia, curo un blog (LiciaOrsolaRenata) e sono molto vicina al mondo delle Doule.
Da tempo mi interesso della Comunicazione Non Violenta, inoltre mi affascina il counseling: fa parte della mia formazione come peer counsellor in allattamento materno e come Educatrice Perinatale presso il MIPA Centro Studi.
Da tre anni facilito mensilmente un gruppo di auto aiuto alla pari tra mamme (Specialmente Mamma).
Da alcuni mesi facilito nel mio territorio cerchi di consapevolezza al Femminile (Fiera delle Donne e Donne con-la-Luna) e mi interesso di favorire la conciliazione famiglia-lavoro, facilitare la condizione delle madri lavoratrici, sensibilizzare contro la violenza ostetrica e contro la violenza sulle Bambine e sulle Donne. Collaboro e amo collaborare e sostenere altre operatrici e Donne.
Durante lo scorso anno ho frequentato alcuni seminari sulle tecniche di rilassamento con il rebozo, sul counseling nel lavoro con la diade madre-bambin@, il seminario nascita amore e libertà come paramanadoula e un seminario sulle danze meditative.
Per il nuovo anno altri importanti progetti stanno prendendo corpo, forma e colore…

Licia Valso Masin

Noale, 7 Gennaio 2015

*(il gruppo Specialmente Mamma, fondato nel 2012, compirà tre anni 31 Gennaio)