Luna di Dicembre

Luna di Dicembre
o Luna fredda, luna della quercia, luna della neve, luna delle lunghe notti, Aerra Geola (mese prima di Yule), Wintermonat (mese d’inverno), Heilagmanoth (mese sacro), luna del grande inverno, luna degli alberi spogli

Fonte testo: http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_Luna_Dic.htm

Fonte immagine: http://gak.it/?attachment_id=7185

IMG_5570.PNG

Advertisements

Corso DOPO la Nascita: Esperienze, disagi emotivi, depressione e Perdita – formazione Educatrice Perinatale presso MIPA / 1, 2 e 3 dicembre 2014 a Montegrotto Terme (PD)

DOPO la Nascita: Esperienze, disagi emotivi, depressione e Perdita – formazione Educatrice Perinatale presso MIPA

“…nessuno mi aveva mai detto che sarebbe stata così…”

Programma generale:

Le donne raccontano. I vissuti del dopo.
Miti e realtà.
Le basi biologiche dell’affettività
I codici affettivi genitoriali.
La prevenzione dei disturbi affettivi in maternità
La regressione della donna come facilitazione all’emergere dei vuoti emotivi attuali e pregressi
Riconoscere le situazioni di disagio complesse.
Elaborare l’esperienza del parto.
Tipologia e qualità del sostegno
Gruppi di accompagnamento alla nascita e dopo
Creare una nuova cultura del dopo nascita
Docenti:

Piera Maghella, Educatrice Perinatale. IBCLC

Giuliana Mieli, Psicoterapeuta, autrice del libro “Il bambino non è un elettrodomestico” Urra Edizioni

Ente formatore: http://www.mipaonline.com/

Preghiere e proverbi sulla Donna e sulla famiglia

Noale, 30 Novembre 2014
Stanotte pensavo ad una Donna saggia che da poco è entrata nella mia vita ma che in realtà conosco da tempo.
Le ho scritto una lunga lettera e pensando a lei mi domandavo cosa si porti in dono ad una donna saggia.
E ho trovato questo:
Preghiere e proverbi della nonna sulla donna e sulla famiglia http://www.laorca.it/LAORCA/Preghiere%20e%20proverbi/proverbi%203.html

Ancora una volta è Lei che ha aggiunto una tessera al mosaico delle mie origini, è Lei che ha fatto un dono a me.

Grazie a Te Elys

Licia Valso Masin

“La Violenza nel parto – antichi e nuovi rituali per il controllo ed il disciplinamento del corpo delle donne” di Freedom for Birth Rome Action Group / Roma, sabato 29 novembre 2014

Ricevo e condivido

Freedom for Birth Rome Action Group ha organizzato un evento dal titolo “la Violenza nel parto – antichi e nuovi rituali per il controllo ed il disciplinamento del corpo delle donne”

L’evento si terrà il 29 novembre 2014, dalle 9:30 alle 13:30 presso la Casa Internazionale delle Donne di ROMA in via della Lungara 19.

Scopo dell’iniziativa è quello di denunciare le pratiche violente ed oppressive alle quali vengono sottoposte le donne in molti degli ospedali italiani.

Ancora oggi le donne non possono scegliere liberamente di partorire in una casa maternità, perché questa realtà, così diffusa all’estero, e’ quasi del tutto assente in Italia (che conta una sola struttura pubblica: la casa del parto Acqua Luce di Ostia). E ancora oggi le donne si trovano nella condizione di essere costrette a partorire nella posizione sdraiata sulla schiena, più comoda per gli operatori, e non possono muoversi liberamente per agevolare il parto.

E’ ancora tristemente diffusa nei parti vaginali la pratica, non esente da rischi, della spinta sulla pancia (kristeller), e i nostri tassi di episiotomia, il taglio della vagina, non trovano eguali nel resto d’Europa, dove è una pratica quasi abbandonata. (v. inchiesta di Elis Viettone per Repubblica: http://youtu.be/ugCxLEqgdR8)

In Italia abbiamo anche il primato dei tagli cesarei, con un aumento della mortalità materna che va d 5 a 15 volte il parto vaginale. Questi ed altri interventi medici praticati prima, durante e dopo il parto, vengono eseguiti molto spesso senza che alla donna vengano date informazioni e senza acquisire il suo consenso. La gran parte di queste pratiche vengono eseguite senza che ci sia alcuna indicazione clinica e in contrasto con le principali raccomandazioni internazionali e nazionali dell’OMS e dell’ISS.

Perché? A questo interrogativo cercheremo di dare una risposta.

Una violenza silenziosa che si compie sotto i nostri occhi e che non sembra arrestare la sua corsa.
L’evento del 29 novembre ha lo scopo di far luce, con l’aiuto di bioeticisti, antropologhe, storiche, medici, psicologi ed ostetriche, sull’origine della condizione delle donne in sala parto.

L’espropriazione del parto è un processo a cui sono sottoposte le donne sia nelle società ad alta tecnologia, come la nostra, che in quelle a bassa tecnologia: in tutte le società, infatti, il parto viene normato e controllato con rituali differenti. Dunque non è tornando al “parto naturale” che potremmo veder riconosciuta la soggettività della donna ma perderemmo solo i vantaggi che il progresso scientifico ci ha dato. La libertà di scelta e autodeterminazione delle donne nel parto deve essere riconosciuta nel diritto a poter scegliere l’epidurale o il parto in acqua, il parto in ospedale o il parto a casa, o come precedente illustrato, il parto in casa maternità.

Per questo abbiamo ritenuto importante, nella settimana in cui cade il 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne, parlare anche della sofferenza, profonda e gratuita, alla quale sono sottoposte tante donne nel parto.


Freedom for Birth Rome Action Group
Blog: http://freedomforbirthromeactiongroup.blogspot.it
Facebook: Freedom for Birth – Rome Action Group
E-mail: freedomforbirth.rag@gmail.com

IMG_4838.PNG

IMG_4839.PNG

Corso di formazione Movimento e Perineo in Gravidanza e Dopo – Educatrice Perinatale presso MIPA

Movimento e Perineo in Gravidanza e Dopo
Montegrotto Terme (PD), 18-19-20 Novembre 2014

È stato dimostrato che il movimento e gli esercizi in gravidanza e dopo favoriscono salute, facilitano i cambiamenti, riducono sintomi somatici e promuovono un buon livello di benessere psicologico. Secondo l’EBM il movimento in gravidanza rientra nelle procedure di tipo A ed è quindi da incoraggiare attivamente.

Il movimento in gravidanza:
Predispone alla consapevolezza
Aumenta flessibilità e tono
Migliora la circolazione e la capacità respiratoria
Aumenta livello di energia
Previene comuni disturbi scheletro-muscolari
Permette il raggiungimento di un buon rilassamento
Migliora il sonno
Offre radicamento sia fisico sia emotivo
Sviluppa risorse per gestire le sensazioni e il dolore del travaglio/parto
Facilita le posizioni che si possono adottare durante il travaglio abbreviando I tempi e facilitando la progressione.

Il corso, pratico ed esperienziale, ha i seguenti obiettivi:
Sperimentare direttamente il lavoro corporeo proponibile in gravidanza e dopo con particolare attenzione all’area pelvica ed al perineo;
Acquisire abilità pratiche per riproporre alcuni esercizi.
Saper organizzare un corso con una parte corporea

Programma generale:
Percezione e Consapevolezza corporea
allineamento posturale,
movimenti spontanei
movimento con utilizzo di attrezzature quali palle, bastoni, fasce…
consapevolezza del bacino e del perineo
movimenti per l’area pelvica ed il perineo
Respirazione
4 posture principali: farfalla, carponi, rana ed accovacciamento
sequenze e tempi
organizzare un corso, ambiente e materiali

Programma dettagliato:
1 gg

formazione del gruppo, presentazione ed obiettivi
allineamento corretto
esercizi di percezione e riscaldamento
4 posture principali
esposizione teorica: il movimento in gravidanza
lavoro corporeo per l’area pelvica ed il perineo
rilassamento
feed-back della giornata
2 gg

accoglienza ripresa del gruppo
esercizi di riscaldamento e consapevolezza posturale
lavoro corporeo con attrezzature
organizzare un corso di movimento, sequenze, tempi e materiale necessario
variazione della 4 posture principali
lavoro corporeo di coppia
rilassamento
feed-back della giornata
3 gg

accoglienza e ripresa del gruppo
esercizi di riscaldamento e movimento a terra
lavoro corporeo per l’area pelvica e perineo
4 posture e varianti
rilassamento
feed-back finale, test d’uscita e questionario di valutazione del corso

Docente:

Piera Maghella. Educatrice Perinatale, IBCLC. Fa formazione nell’ambito dei corsi di accompagnamento alla nascita dal 1986. Esperta in movimento e tecniche di rilassamento/visualizzazioni. Formazione specifica secondo il metodo “Periné, Integracion y Movimiento” e “Anatomia e Preparazione al parto” di Nuria Vives, Spagna.

Ente formatore: MIPA http://www.mipaonline.com/

20 Novembre: Giornata Mondiale dei Diritti dei Bambini

SPECIALE 20 NOVEMBRE
Il 20 novembre è un giorno storico per i diritti dei bambini. È il giorno in cui, nel 1989, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato il trattato sui diritti umani più condiviso e ratificato di tutti i tempi: la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Per l’UNICEF, che ha dato un contributo fondamentale per la sua approvazione, celebrare questa data significa considerare ciò che di buono viene fatto ogni anno per migliorare la condizione dell’infanzia in tutti gli angoli del pianeta.Visita lo Speciale 20 novembre: http://www.unicef.it/diritti/20novembre/home.htm